Benvenuto | Login
HyperLink HyperLink HyperLink
Home » Politiche Formative » EdA
 
     
 EdA

                                     Logo Educazione degli Adulti

Questa sezione è dedicata all'Educazione degli Adulti (EdA), così come delineata nell' "Accordo tra Governo, Regioni, Province, Comuni e Comunità montane" del 2 marzo 2000.

Gli obiettivi prioritari sottesi all'Accordo sono:

  • recuperare i bassi livelli di istruzione e formazione, quale premessa per lo sviluppo formativo e l'inserimento lavorativo;
  • offrire opportunità educative ai cittadini adulti per l'acquisizione di competenze di base nei diversi campi per il pieno esercizio del diritto di cittadinanza.

L'EdA, dunque, deve innanzitutto garantire alla popolazione adulta di acquisire i saperi minimi necessari per collocarsi adeguatamente nella vita sociale e produttiva. 

L'idea guida che percorre la normativa sull'EdA è quella di competenza, intesa come dimensione operativa della formazione, uso finalizzato delle conoscenze, saper fare, organizzare, decidere. Tale interpretazione della nozione di "competenza", pur trovando applicazioni utili ed efficaci nell'ambito dei curricoli scolastici, si pone sul terreno più ampio del riconoscimento e della valorizzazione degli apprendimenti acquisiti nel sistema della formazione professionale, nell'esercizio dell'apprendistato, per effetto di attività lavorativa o per autoformazione.

In questo quadro, il nodo principale dell'EdA è rappresentato dal riconoscimento e dalla validazione dei risultati della formazione comunque acquisita, con particolare attenzione alle varie forme di apprendimento extrascolastico. A questo aspetto e con l'obiettivo di agevolare e sostenere il passaggio di adulti e giovani adulti all'istruzione secondaria di II grado si dedicano da diversi anni le reti tra CTP e Corsi serali. Nell'a.s. 2009-10 sono 33 in Campania i Corsi serali in rete con CTP sulla base di un accordo di rete e di un progetto comune sottoposto all'attenzione dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Campania.

Facendo seguito alle varie sperimentazioni in campo didattico e organizzativo nel segmento dei Corsi serali e all'ampliamento dei servizi e dell'offerta formativa nei CTP, il 25 ottobre 2007 è stato emanato un decreto ministeriale per la riorganizzazione dei CTP e dei Corsi serali in attuazione dell'art. 1, comma 632, della L. 296/06. Il decreto prevede l'accorpamento dei CTP e dei Corsi serali nei CPIA (Centri Provinciali per l'Istruzione degli Adulti) attraverso una struttura territoriale a rete dotata di autonomia amministrativa, organizzativa e didattica e colloca i compiti dei nuovi Centri nello specifico settore dell'istruzione, oltre ai corsi per l'integrazione linguistica e sociale degli stranieri. 

     
 
 Sedi EdA in Campania
     
 

 F.A.Q.
Clicca per scoprire le domande più frequenti

 

F.A.Q. 1 - A proposito delle reti tra CTP e Corsi serali

 

Domanda

A quali bisogni di formazione risponde la rete tra CTP e Corso serale?

Risposta

La rete tra CTP e Corso serale fornisce una risposta mirata alla domanda di formazione proveniente da potenziali utenti di Corsi serali, agendo sulla motivazione/rimotivazione al rientro in formazione, sulla valorizzazione dell'esperienza pregressa e sulla definizione condivisa di un percorso formativo. Si tratta di mettere in atto un'azione congiunta che agevoli e sostenga il passaggio dell'adulto dal CTP al Corso serale per il conseguimento di un diploma di qualifica e/o di maturità, attraverso un percorso personalizzato e negoziato in grado di: rafforzare l'autostima; potenziare le competenze; riconoscere i crediti formativi funzionali all'ammissione alla classe più idonea per la prosecuzione degli studi. La rete tra CTP e Corso serale, inoltre, risponde ad obiettivi che muovono dalla strategia di Lisbona e dai benchmark individuati per il 2010 in tema di lifelong learning: innalzare le competenze di base degli adulti e favorire il conseguimento di un titolo di studio superiore al maggior numero di adulti. In Campania, nell'a.s. 2007-08, sono stati 27 i Corsi serali in rete con CTP.

 

Domanda

Quale percorso è consigliabile intraprendere insieme per ottenere i migliori risultati?

Risposta

Stesura dell'Accordo di rete CTP - Corso serale e costituzione di un Team misto di lavoro

Fase di reclutamento: informazione, sensibilizzazione e motivazione degli utenti del CTP alla rete da parte del Team misto di lavoro

Raccolta delle iscrizioni alla rete

Richiesta all'USR per la Campania del finanziamento per la rete

Stesura del progetto di rete da parte del Gruppo misto di progetto, utilizzando le risorse assegnate al CTP e al Corso serale

Invio del progetto all'USR per la Campania.

 

Personalizzazione del percorso da parte del Team misto di lavoro:

1) accoglienza degli utenti della rete;

2) bilancio delle competenze per l'orientamento;

3) accertamento e valutazione dei livelli di ingresso (riconoscimento di titoli e certificazioni - nonché delle competenze acquisite in contesti formali, non formali ed informali - test diagnostici, individuazione di specifiche competenze di base e/o tecnico-professionali da potenziare);

4) negoziazione di percorsi formativi personalizzati e stesura del contratto formativo;

5) messa a livello attraverso moduli ad hoc funzionali al percorso prefigurato;

6) eventuale ridefinizione del percorso formativo;

7) validazione dei crediti formativi per l'accesso alla classe individuata da parte della Commissione nominata ai sensi dell'art. 4, comma 2, dell'OM 87/04;

8) eventuali misure di accompagnamento nella fase iniziale del percorso di istruzione secondaria superiore;

9) eventuale messa a punto del progetto.

 

La scansione delle fasi non è ultimativa. La fase del "bilancio delle competenze", ad esempio, non è stata ritenuta indispensabile con adulti occupati e/o già fortemente orientati sulle proprie scelte (anche in considerazione, talvolta, dei fondi a disposizione e della partecipazione, comunque volontaria, dell'utente della rete a tale fase).

 

Domanda

Quali elementi contribuiscono al successo di questo tipo di rete?

Risposta

Hanno dato buoni risultati le reti che sono state in grado di cooperare, di coordinarsi e integrarsi, conservando la propria identità e generando, al tempo stesso, apprendimento organizzativo di rete. È indispensabile creare un Gruppo di progetto misto tra CTP e Corso serale e un Team di lavoro misto per condividere responsabilità e risorse, stabilire dei risultati attesi, effettuare la presa in carico dei processi organizzativi della rete e monitorarli ai fini del raggiungimento dei risultati attesi.

 

F.A.Q. 1 - Parole chiave

Accoglienza: Insieme di processi, azioni, ambienti e strumenti finalizzati a costruire, fin dal primo contatto, una disposizione al dialogo e al confronto tra pari, in modo da rendere l'adulto protagonista consapevole e motivato dal processo formativo (Fonte: Glossario EdA).

Bilancio delle competenze per l'orientamento: Metodologia attiva di orientamento in cui il soggetto, con l'aiuto del consigliere di bilancio, elabora un progetto personale e professionale basato sia sull'analisi delle competenze - di base, trasversali e tecnico-professionali - sia sulle motivazioni e sulle aspettative (Fonte: Glossario EdA).

Credito formativo: Valore, attribuito a competenze acquisite dall'individuo, che può essere riconosciuto ai fini dell'inserimento in percorsi di istruzione o di formazione professionale, determinandone la personalizzazione o la riduzione della durata (Fonte: Glossario EdA).

Contratto formativo: Accordo formale con assunzione di responsabilità reciproca tra chi apprende e chi insegna, al fine di realizzare un percorso di apprendimento concordato nei contenuti, metodi e tempi nell'ambito di un determinato progetto formativo (Fonte: Glossario EdA).

 

F.A.Q. 1 - Strumenti 

DM 139/07 Innalzamento dell'obbligo di istruzione

Gli standard per le competenze di base degli adulti, in Percorsi di innovazione nell'educazione degli adulti Annali dell'Istruzione 1-2/06 LE MONNIER

Accordo Conferenza Unificata 28/10/04 per la certificazione finale ed intermedia e il riconoscimento dei crediti formativi

DM 86/04: Modelli di certificazione per il riconoscimento dei crediti ai fini dei passaggi . alle classi  degli istituti d'istruzione secondaria superiore

OM 87/04: Norme concernenti il passaggio . al sistema dell'istruzione

ISFOL Apprendimento in età adulta - Modelli e strumenti (2004)

IRRE Dossier per i Laboratori EDALab Progetto Nazionale di sostegno allo sviluppo dell'istruzione degli adulti (2005) (in particolare, cap. 6)

Percorsi didattici per l'EdA      http://www.bdp.it/eda/eda_risorse.php

European Commission Common European principles for validation of non-formal and informal learning (2004)

     

» In evidenza :      

Normativa per gli stranieri in Italia

     
  Studi e ricerche 

  Normativa e documenti

  Buone pratiche

  Materiali e risorse

  Eventi

  Progetti e Accordi di rete

  PON - Risorse per l'EdA

     
 Contatti
     
Nome Utente:

 
Nome:

 
Oggetto:


Messaggio: